E intanto la Francia prepara un grande piano di rilancio del turismo…

Colpito duramente dalla crisi del coronavirus, il settore turistico trarrà beneficio da “un grande piano Marshall”. Il governo francese prevede di investire 1,3 miliardi di euro per rilanciare un’attività ritenuta essenziale per la sua economia.

Fino a 1,3 miliardi di euro

Turismo in Francia

Le autorità francesi stanno ultimando i dettagli di un grande piano di investimenti – fino a 1,3 miliardi di euro – per sostenere il settore turistico duramente colpito dalla crisi sanitaria, come confermato dalla Cassa Depositi e Prestiti.

Si tratta di un programma di fondi nazionali [non europei, ndr] che sarà attivato e gestito da un Comitato interministeriale per il turismo che sarà presieduto dal Primo Ministro. Saranno fondi capitale, non prestiti (…) quindi siamo di fronte ad un vero e proprio investimento“, ha dichiarato il vicedirettore della Cassa Depositi e Prestiti Olivier Sichel alla redazione di France Info.

Il programma sarà fissato dal governo (…) e tutte le risorse saranno distribuite sentendo le parti interessate, secondo necessità“, ha aggiunto il vicedirettore. “L’obiettivo è davvero che tutti abbiano una risposta ai propri problemi, affinché diventi un grande piano di rilancio del turismo“.

“Saremo molto esigenti sulla qualità ambientale dei progetti”

Olivier Sichel

Il piano sarà attuato da Bpifrance, una sussidiaria della Cassa dedicata alle imprese, ha proseguito, precisando che questi specifici investimenti saranno soggetti a criteri ambientali e digitali.

Dobbiamo avere un nuovo turismo che emerge dalla crisi, un turismo più sostenibile, più partecipativo e più digitale“, ha affermato Olivier Sichel.

In questa prospettiva, “Saremo molto esigenti sulla qualità ambientale e digitale dei progetti (…) che diventa anche una condizione per rendere l’offerta accessibile a tutti i francesi, valorizzandola al massimo“, ha sottolineato il dirigente.

A mero titolo di esempio, la Cassa Depositi e Prestiti investirà direttamente 10 milioni di euro per lo sviluppo di un secondo parco divertimenti orientato alla multimedialità, Futuroscope.

[Tradotto da France Info]

I contributi più amati dai lettori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here